You – Stagione 2 – Tra trash e delusione

You – Stagione 2 – Tra trash e delusione

12 Gennaio 2020 0 Di Federico

You, la serie psico-thrilller distribuita da Netflix, che mette in luce come un malintenzionato possa usare a suo vantaggio i dati sensibili che noi condividiamo quotidianamente sul web, giunge alla seconda stagione.

Chi è Joe Goldberg

Joe è uno stlaker psicopatico, narcisista, ossessionato dall’amore e dal controllo del partner. Non vuole lasciare nulla al caso. Viene da una famiglia che lo ha abbandonato a sé stesso. Non ha mai potuto fidarsi dei genitori, né ricevere amore. Per questo lui ne è ossessionato. Anzi è proprio la sua paura di essere ferito da una storia d’amore che  accentua la sua psicosi. E’ un bravo attore, sa manipolare le persone e gli eventi nascosto dietro una finta innocenza.


Trama seconda stagione [NO SPOILER]

Joe Goldberg, che avevamo conosciuto nella scorsa stagione a New York nel ruolo di libraio psicopatico, dopo aver commesso una serie di delitti decide di cambiare vita e trasferirsi a Los Angeles.

Una volta arrivato a Los Angeles non è più la stessa persona. Sembra essersi pentito dei delitti commessi e vuole ricominciare una nuova vita provando ad essere una persona migliore. Cambia nome in Will Bettleheim e dopo poco trova lavoro come addetto al reparto libri di uno store alternativo per ricchi Anavrin (nirvana al contrario). Il negozio è gestito da Forty, il figlio viziato di una ricca famiglia e da Love la figlia più responsabile.

Joe, che ora si fa chiamare Will trova alloggio in un piccolo appartamento gestito da Delilah, una giornalista molto carismatica che ha una sorella sedicenne molto sveglia ed intelligente: Ellie. 

Nonostante Will abbia messo da parte i social per preservare la sua identità, però non perde il vizio di stalkerare. Piano piano, viene fiori di come le sue scelte non siano state del tutto casuali, anzi tutto è stato calcolato per avvicinarsi alla sua nuova vittima: Love.

Love, è una persona all’apparenza molto sensibile ed emotiva, restata vedova da poco e con alcune ferite che ancora devono rimarginarsi. Ma dietro a quell’apparente dolcezza e tranquillità si nasconde una donna forte e con tratti affini a Will.

Le cose di complicano quando ritorna in scena Candance. La sua prima fidanzata e vittima che riuscì a salvarsi dopo essere stata seppellita viva. Anche Candance ha il vizietto dello stalking e si fidanzerà con Forty, cercando di mandare a monte i piani di Will e mettere in allarme tutti sulla vera natura.


You: Una serie mediocre

Questa seconda stagione, fatica a decollare e a coinvolgere. Si entra nel solito loop del protagonista fatto di ossessione, stalking estremo e ingegno per salvarsi quando le cose si mettono male. Il “gioco” di Will è prevedibile e poco credibile. Spesso il fatto di non essere scoperto si gioca sul filo del rasoio con scene che appaiono anche prive di logica.

All’inizio si ha realmente l’dea che Joe sia cambiato, ma lentamente appare come tutto sia già stato scelto da tempo e nulla sia frutto del caso. Scopriremo che addirittura si è portato la gabbia in vetro da New York, ove inizialmente rinchiude il vero Will Bettleheim, di cui ne ruberà l’identità e che in un atto di bontà decide di liberare.

Nel suo complesso e nella sua mediocrità, You riesce ad intrattenere lo spettatore. Quello che ne esce, è un prodotto trash. Quel trash di cui ai giorni nostri abbiamo bisogno e ci piace abbuffarci per evitare la noia.

Nel finale gli eventi prenderanno una svolta inaspettata e lascia intendere che sicuramente ci sarà una terza stagione. Che gli irriducibili e appassionati di serie come me guarderanno più per curiosità e masochismo che per interesse e per i contenuti.