Il coltello – Jo Nesbo

Il coltello – Jo Nesbo

5 Novembre 2019 0 Di Federico

Il coltello, l’ultimo libro di Jo Nesbo è uscito nelle librerie nel Settembre 2019. E’ il dodicesimo capitolo della saga che ha come protagonista il tormentato detective Harry Hole, a due anni di distanza dall’uscita di Sete. Nel penultimo libro Harry era sposato con Rakel da tre anni, si era disintossicato dall’alcool e aveva lasciato la squadra operativa per un più tranquillo lavoro alla scuola di polizia. Ma la calma non dura molto. Quando scopre che dietro a delle ragazze morte dopo un appuntamento al buio potrebbe esserci la mano di Valentin Gjertsen ritorna in servizio. Valentin Gjertsen è il figlio di una sua vecchia conoscenza: Svein Finne – che nel finale del libro verrà scarcerato e potrebbe vendicarsi.

Chi è Jo Nesbo

Jo Nesbo è uno tra i più grandi scrittori del filone thriller nordico al mondo, con all’attivo più di 40 milioni di copie vendute. E’ nato ad Oslo nel 1960 ed ha una vita molto attiva. Ha militato nella serie A Norvegese, fatto il giornalista, il broker finanziario e ultimamente suona pure con una band. Inoltre, i suoi libri sono stati fonte d’ispirazione per diversi film.


Sinossi

Harry Hole è di nuovo a terra. Da quando Rakel lo ha cacciato di casa abita in un buco a Sofies Gate ed ha ricominciato a bere. Nell’appartamento ci sono soltanto un divano letto e bottiglie di whisky sparse ovunque. Ma Harry non è mai abbastanza sobrio da curarsene. Una domenica si sveglia da una sbornia colossale, con le mani e i vestiti coperti di sangue, senza avere il minimo ricordo di cosa sia successo la notte precedente.

Al suo risveglio però trova un’altra brutta notizia: Rakel è stata trovata morta nella sua casa, e all’apparenza il killer non ha lasciato nemmeno una traccia. Ma Harry Hole non molla nemmeno quando è alla deriva, anzi trova una nuova spinta motivazionale.

Il lavoro è anche la sua vita. L’unico motivo per cui si alza la mattina è seguire le tracce che possano condurlo ad arrestare l’ennesimo serial killer. Ora che è alle prese con il caso più importante e doloroso della sua carriera non può permettersi errori.

Inizia così la caccia al killer e la ricostruzione di ciò che è successo quella notte di cui non ricorda nulla. Dubita di tutti e arriva addirittura a pensare, che forse, è diventato anche lui un mostro.


Opinioni

Il coltello è un thriller psicologico scritto in maniera magistrale. Entra nella mente e nelle vite dei personaggi. Affiorano i demoni, la sete di vendetta, gli amori segreti e i turbamenti dell’animo che si nascondono dietro delle vite apparentemente normali.

La solitudine è l’elemento dominante. Un vuoto che ognuno cerca di riempire come meglio può. Il disagio, pagina dopo pagina, diventa palpabile, portandoci ad empatizzare coi protagonisti.

Il coltello, ha tutto ciò che si può desiderare da un thriller. Una trama che si incastra perfettamente e un protagonista tormentato dall’alcool, ma che non se ne lascia mai sopraffare.

Ricco di colpi di scena che l’autore semina con astuzia nella narrazione. Quando pensiamo di essere sulla “giusta pista”, scopriamo che è stato un errore. Ma non inutile, perché ci ha permesso di conoscere i lati nascosti dei personaggi, che come pedine hanno un ruolo ben preciso.

Jo Nesbo, sa mantenere alta la curiosità e la tensione, nonostante le oltre 600 pagine del libro. Poi Harry Hole è uno di quei personaggi belli e dannati, che con il suo fascino ti conduce nel suo inferno.

Come una droga non riuscirai più a farne a meno e vorresti leggerlo ininterrottamente