Stephen King – Elevation

Stephen King – Elevation

3 Maggio 2019 0 Di Federico

Elevation è l’ultimo libro di Stephen King uscito in italia nel febbraio del 2019. Dopo la Scatola dei bottoni di Gwendy  un altro libro incompleto, deludente, che ha le sembianze più di una bozza a cui non si può dare un giudizio positivo. Uno degli ultimi libri in cui King se la cavò discretamente  fu The Outsider che, finale a parte,merita un voto più che sufficiente.



Scott Carey è un programmatore e sta lavorando al suo ultimo progetto quando il suo corpo incomincia a mandare dei strani segnali. Dopo aver fatto pace con la bilancia, ritorna a pesarsi e con suo grande stupore scopre di pesare lo stesso peso sia vestito che nudo. Anzi più passano i giorni e più il suo peso cala nonostante continui a mangiare e a portare i vestiti delle stesse taglie. Sembra quasi che la gravità lentamente non abbia alcun effetto su di lui, diminuendo col passare del tempo. Nonostante questa tragedia, Scott sta bene e si sente euforico prendendo la cosa tranquillamente. Preso da questa strana positività cerca di sistemare le cose a Castle Rock, riappacificandosi con le vicine omosessuali e provando a farle accettare dall’ottusa comunità.

 

Sarà la vecchiaia, la stanchezza di stare sulla cresta dell’onda o la creatività che ormai lo sta abbandonando ma King ha perso brillantezza. Ritroviamo un King sottotono, che negli ultimi anni ha cavalcato l’onda della sua fama, ma che ha deluso le aspettative. Elevation è un libro che oscilla tra il banale e il ridicolo, che raggiunge l’apice nella descrizione della gara podistica locale; una dodici chilometri che da come è scritta sembra una maratona con partecipanti stravolti e al limite del collasso solo dopo appena cinque, sei chilometri e atleti costretti a fermarsi ai punti di ristoro per recuperare le energie.

Il messaggio che King in Elevation ha voluto lanciarci è facilmente intuibile: chi va oltre i pregiudizi si “eleva” al di sopra della massa. E che ognuno deve impegnarsi per eliminare i pregiudizi e cercare di vivere in armonia provando a creare un rapporto sereno anche quando i rapporti con le persone che ci circondano sono pessimi.




Resto dell’idea che Elevation, come La Scatola dei bottoni di Gwendy, se venissero pubblicizzati come romanzi per ragazzi già si potrebbero vedere sotto una luce diversa.

 

Bella copertina peccato che “il libro sia vuoto”.