Stephen King – Sleeping Beauties

Stephen King – Sleeping Beauties

13 Febbraio 2019 0 Di Federico

Sleeping Beauties è un romanzo fantasy di Stephen King, uscito nel settembre del 2017 e scritto con la collaborazione del figlio più giovane Owen.



Sleeping Beauties è ambientato a Dooling una piccola cittadina degli Appalacchi nel West Virginia, in un futuro non molto lontano dove il mondo viene sconvolto da una strana epidemia soprannominata “Aurora”.
Le donne quando si addormentano vengono avvolte da un bozzolo e qualsiasi persona provi a toglierlo viene brutalmente aggredito e ucciso dalla donna.
Una volta addormentate le donne entrano in un universo parallelo dove sono costrette ad adattarsi e a rincominciare una nuova vita.

Gli uomini che restano nel loro mondo invece col tempo si abbandonano ai loro istinti più selvaggi e primordiali in un crescendo di violenza che li porta a ripensare al ruolo importante delle donne come madri, mogli e nella società.

L’unica donna immune da questa malattia è Evie, la prescelta, l’unico punto di connessione con l’universo parallelo e che può condurre alla salvezza le donne. Il problema è che Evie è in carcere a causa dei crimini commessi. Così inizierà una lotta tra chi si fida di lei ed è disposto ad ascoltarla e chi vorrebbe sottoporla a degli studi medici o addirittura ucciderla perché considerata una strega.

Cosa avrà il sopravvento? L’istinto distruttivo umano o la fiducia nel prossimo? Gli uomini dominati dall’ira sapranno controllarsi e portare le donne nel mondo risparmiandolo dalla distruzione?




Mi spiace per King ma la mia valutazione di Sleeping Beauties non può essere positiva. Un libro prolisso e noioso. Nonostante sia scritto a quattro mani “i King” non sono riusciti a dare sostanza e spessore alla trama. Si fa fatica a proseguire la lettura, lo sviluppo del plot narrativo è troppo lento e carente di suspense. Mancano gli elementi essenziali che ti invogliano a leggerlo e ti tengono incollato alle pagine.
L’unica cosa che forse merita è il tema centrale della donna che fa riflettere sul suo ruolo nella società e di come queste nonostante tutte le avversità che hanno subito nel corso della storia siano sempre andate avanti.

In conclusione niente di eccezionale.