Stephen King – Chi perde paga

Stephen King – Chi perde paga

26 Agosto 2018 0 Di Federico

Chi perde paga è un libro di Stephen King uscito nel 2015 ed è il secondo capitolo della trilogia Mr Mercedes. Ritroviamo il detective in pensione Hodges e i suoi aiutanti Holly e Jerome alle prese con un nuovo caso.


Trama

Nel 1978 John Rothstein è uno scrittore osannato dalla critica e amato dal pubblico che vede piombare in casa il suo fan più accanito, Morris Bellamy.  Oltre ad ucciderlo, per punirlo di aver fatto morire il suo personaggio preferito Jimmy Gold, ruba i taccuini contenenti il seguito dei suoi romanzi e i soldi.
Bellamy sotterra il bottino vicino ad un albero poco lontano da casa sua e aspettare che la situazione si calmi ed evitare, in caso di perquisizione da parte delle forze dell’ordine, di essere trovato in possesso di materiale appartenente al defunto Rothstein.

Morris, nonostante le precauzioni, a causa della sua vita sregolata, viene incarcerato per violenza sessuale e passerà più di trent’anni dietro le sbarre.

Trent’anni dopo – un adolescente di nome Peter, incuriosito da un buco nel terreno vicino casa si mette a scavare e porta alla luce la cassa contenente il tesoro di Rothstein. Il giovane, senza destare sospetto, con i soldi aiuta economicamente la famiglia in crisi. Infatti, il padre, a causa dei gravi danni riportati dopo essere stato investito da Mr Mercedes alla fiera del lavoro,  non può lavorare ed ha bisogno di cure.

I problemi iniziano quando Bellamy, dopo quasi 35 anni di carcere e ormai sessantenne, esce di prigione con l’unico scopo di mettere le mani sul suo vecchio tesoro. Non trovando quello che cerca ,indirizza i suoi sospetti sulla famiglia che abita vicino al nascondiglio.

A questo punto le strade dei protagonisti si intrecciano con quelle del vecchio trio: il detective in pensione Hodges, Holly e Jerome.



Opinioni

Chi perde paga mantiene una linea narrativa sulla scia di Mr Mercedes. Lo stile come sempre è scorrevole. King entra nel dettaglio di ogni situazione e sviluppa con intelligenza una storia complessa che si estende in un ampio arco temporale. In linea di massima non è brutto, ma risulta fiacco e dozzinale.

Il trio Hodges, Holly e Jerome,  fa la sua comparsa solamente in un secondo momento e come nel precedente libro risulta banale, poco credibile e a tratti comico. King da spazio alla storia di Peter, che nonostante la giovane età agisce sempre in maniera molto razionale e altruista. Si fa carico di risollevare la famiglia dalla crisi ed evitare il divorzio dei genitori senza creare ulteriori preoccupazioni che potrebbero destabilizzare ulteriormente la situazione.

In Chi perde paga compare anche Brady Hartsfileld, alias Mr Mercedes, costretto in un letto d’ospedale a causa dei danni cerebrali riportati in seguito ai colpi ricevuti da HollyHodges gli fa visita quasi settimanalmente per controllare che non si svegli dal coma e che possa ritornare a fare danni.


Il prossimo libro

Ora non ci resta che vedere come King in Fine Turno, che è pure l’ultimo capitolo della saga Mr Mercedes, concluderà la storia investigativa di Hodges e di come porrà fine al temibile Brady Hartsfileld. Secondo alcune anticipazioni ritornerà l’elemento sovrannaturale tipico del vecchio King.